Pinocchio Live Jazz XXI Edizione

2014/2015

PROGRAMMA NOVEMBRE/MARZO

 

Sabato 28 febbraio


HEAR IN NOW

MAZZ SWIFT violino e voce/TOMEKA REID violoncello/SILVIA BOLOGNESI contrabbasso

Un trio d’archi italo americano tutto al femminile, nato nel 2009 e divenuto ormai un progetto stabile basato su composizioni originali e sulla magica alchimia che si è sprigionata fin dall’inizio tra le tre soliste provenienti da culture e formazioni diverse. Il loro primo disco, uscito nel 2012 per l’etichetta italiana “Rudi Records” contiene le note di copertina firmate da William Parker:

"Vedo tre piccole imbarcazioni con tre musicisti attraversare questo meraviglioso lago di suoni. Raggiungono la riva e inizia a piovere la luce del sole (...) I brani creati in questo CD, come tutta la grande musica, parlano da soli, senza bisogno di decodificare. C’è solo amore, bellezza e forza in questo straordinario connubio di giovani donne, che ballano all’unisono seguendo il ritmo, la melodia, lo spazio e il tempo, aiutando all’ascolto delle loro voci. Le loro entrate e uscite di scena sono perfette. Di una perfezione mai rigorosa bensì spontanea, intimamente connessa alla natura. “Hear in Now” entra nel vivo di questo spirito, con le artiste che prendono parte a conversazioni semplici e complesse".

Dai suoi esordi, il trio si è esibito in numerose rassegne e festival internazionali quali il Chicago Jazz Fest, New Orleans Hip Fest, Made in Chicago (Poznan-Polland), Roccella Ionica Jazz Festival (feat. Dee Alexander), Vignola Jazz in It e molti altri. Di rilievo anche le collaborazioni che ciascuna delle artiste ha collezionato in questi anni con musicisti come William Parker, Anthony Braxton, George Lewis, Nicole Mitchell, Hamid Drake, Butch Morris, Vernon Reid, Burnt Sugar & the members of Black Rock Coalition , Enrico Rava, Maria Pia De Vito, AACM.


Ingresso intero 10€/Ridotto studenti 7€

RISERVATO SOCI ARCI E UISP


 

sabato 7 marzo


THE ROAR AT THE DOOR 4tet

Presenta “ Un mondo che verrà” (Artesuono)

FRANCESCO BEARZATTI sax e clarinetto/MAURO OTTOLINI trombone/

RAFFAELLO PARETI contrabbasso/WALTER PAOLI batteria

Tornano al Pinocchio quattro “leoni” del jazz italiano: Bearzatti, Ottolini, Pareti, Paoli ovvero “The Roar at The Door”, per presentare il loro secondo disco, uscito quest’anno per Artesuono. Già il successo del precedente lavoro, del 2011, suggeriva che le intenzioni e l’affinità tra i quattro musicisti non potevano che mettere fertili radici, continuando un percorso esplorativo a otto mani sia sull’approccio improvvisativo, che su quello sonoro, della ricerca di “un suono”. Questo nuovo progetto sviluppa e amplifica quelle che già erano le parole chiave dell’inizio: Padronanza, Libertà, Semplicità, Contaminazione. In “Un mondo che verrà”, Raffaello Pareti che guida la formazione, si lascia definitivamente alle spalle le atmosfere mediterranee dei suoi precedenti lavori come “Circo” e “Maremma” (Egea), per dare spazio alla sperimentazione di suoni e di forme (quasi tornando a esperienze musicali più lontane?), con melodie ora suadenti e cinematiche, ora frammentate e urbane, dove c’è spazio anche per il rock, semplice e diretto. A tutto ciò sottendono alcuni ingredienti fondamentali: gioco, divertimento, spirito del rischio. Ma è specialmente nei live che si sprigiona in modo dirompente l’energia del quartetto, tra anarchia ordinata di riffs e colori, soluzioni timbriche caleidoscopiche, allusioni e rimandi a un proprio percorso artistico  che prosegue nel segno della curiosità sul presente e sul futuro.

Ingresso intero 10€/Ridotto studenti 7€

RISERVATO SOCI ARCI E UISP

 

sabato 14 marzo


CHRIS SPEED TRIO

Presenta “Really Ok” (Skirl Records)

Evento Speciale

CHRIS SPEED sax/CHRIS TORDINI contrabbasso/DAVID KING batteria

 

Il sassofonista e clarinettista Chris Speed è protagonista e animatore di quella prolifica fucina del jazz made in Brooklyn che in questi anni ha prodotto gran parte dei progetti più interessanti in circolazione. Fondatore nel 2006 della label “Skirl Records”, che conta oltre venti titoli in catalogo, tutti dedicati alla scena creativa di Brooklyn, torna al Pinocchio per presentare il suo ultimo disco in trio “Really Ok”, avvalendosi della collaborazione di due personalità di spicco come il celebre batterista dei Bad Plus David King e uno dei più richiesti contrabbassisti del panorama americano, Chris Tordini.

L’alchimia tra i tre musicisti è nata spontaneamente fin dall’inizio, come sottolinea Speed, e questo lavoro – brani originali e rivisitazioni altrettanto originali di composizioni di Coltrane, Coleman e standards – ne è la prova lampante. Energia allo stato puro, densità e profondità del linguaggio, suono caldo e ritmi infuocati che lasciano spazio anche a momenti di carezzevole lirismo, sussurrati dal sax del leader, spalleggiato, e pungolato dalla coesa coppia ritmica Tordini/King.

Chris Speed, classe 1967, vive a New York dai primi anni Novanta e collabora con musicisti del calibro di Tim Berne, Uri Caine, John Zorn, Dave Douglas, Craig Taborn, e molti altri, oltre a guidare alcune delle formazioni più brillanti degli ultimi anni come  Endangered Blood, Human Feel, Yeah No.

Ingresso intero 13€/Ridotto studenti 10€

Riservato soci ARCI e UISP

 

 

Sabato 21 marzo


STEVEN BERNSTEIN SEXMOB

Circus, Cinema & Spaghetti. SEXMOB plays Fellini: the Music of Nino Rota

Evento Speciale

STEVEN BERNSTEIN tromba/BRIGGAN KRAUSS sax/

TONY SCHERR contrabbasso/KENNY WOLLESEN vibrafono e batteria

I Sex Mob nascono una ventina di anni fa da un’idea del trombettista newyorchese Steven Bernstein che inizialmente firma i brani in repertorio dando vita al primo progetto della band durante una residenza alla Knitting Factory. Già dall’inizio la “missione” del gruppo è chiara: riportare il divertimento e l’ironia nel jazz. Questo obiettivo porta ben presto il quartetto ad ampliare il proprio repertorio originale con “cover” di canzoni famose in ambito, pop, rock – Prince, Grateful Dead, Rolling Stones, Abba…- e di altri generi musicali, facendo ciò che in fondo molti jazzisti del passato avevano già sperimentato per far conoscere il proprio stile al largo pubblico: suonare canzoni molto note e riconoscibili. Così è nata anche l’idea di un nuovo disco dedicato alla musica di Nino Rota “Cinema, Circus & Spaghetti. Sex Mob plays Fellini: the music of Nino Rota”, pubblicato nel 2013 dalla Royal Potato Music. Un lavoro, come i precedenti, caratterizzato dall’ironia dissacrante e giocosa, dall’utilizzo di un mix di stili e richiami differenti: dalla psichedelia allo swing, dal punk alle atmosfere delle brass band di New Orleans, e soprattutto dalla sperimentazione a piene mani dei linguaggi dell’improvvisazione.

Steven Bernstein, classe 1961, è noto per i suoi lavori con The Lounge Lizards, Spanish Fly, e The Millennial Territory Orchestra. Figura di spicco della scena downtown di New York, è stato direttore della Kansas City Band per il film “Kansas City” di Robert Altman, (ha spesso lavorato per il cinema, la radio e la televisione), e le sue collaborazioni vanno da Leonard Cohen ad Aretha Franklin, Roswell Rudd, Sam Rivers, Medeski Martin & Wood, Don Byron, Lou Reed, Bill Frisell, Courtney Love e moltissimi altri artisti di primo piano della scena musicale americana.

 

Ingresso intero 15€/Ridotto studenti 10€

Riservato soci ARCI e UISP

 

 

.

 

Sabato 28 marzo


GIANLUCA PETRELLA

COSMIC RENAISSANCE

Evento Speciale

GIANLUCA PETRELLA direzione, trombone/MIRCO RUBEGNI tromba

/FRANCESCO PONTICELLI basso/FEDERICO SCETTRI batteria/SIMONE PADOVANI percussioni

Il 2015 è iniziato nel segno delle novità per Gianluca Petrella. Non solo il trombonista ha da poco pubblicato un disco – in vinile - di elettronica “ 103 Ep” (Electronique.it Records), ma torna sulle scene con una versione tutta nuova della sua ormai “storica” Cosmic Band. Il progetto originario, che risale al 2007, nasce per celebrare la musica di Sun Ra e ha continuato a evolversi, anche grazie alla corposa attività live che ha portato Petrella sulle vette del jazz internazionale. Una formazione, dunque, in continua trasformazione, sempre aperta a sviluppare nuove forme e sonorità attraverso repertori originali, che coincidono sempre più con la personalità e le idee musicali del leader, che nei suoi oltre vent’anni di carriera ha collaborato con artisti internazionali quali Carla Bley, Steve Coleman, Pat Metheny, Steve Swallow, Oregon, solo per citarne alcuni, e gli italiani Enrico Rava, Stefano Bollani, Paolo Fresu. Attivo anche in territori extrajazzistici, in particolare l’elettronica, il trombonista pugliese si divide alla codirezione di molti altri gruppi e progetti come “Tubolibre”, il quintetto de “Il Bidone” (l’omaggio a Nino Rota), il duo “Soup Star” con Giovanni Guidi, il quartetto Brass Bang, con Paolo Fresu, Steven Bernstein e Marcus Rojas.

Un gran finale/festa per la stagione del burattino nel segno del miglior jazz italiano.

Ingresso intero 13€/Ridotto studenti 7€

Riservato soci ARCI e UISP

 

MAIN SPONSOR

Other sponsor

  • Rasoi Hair Jazz
  • INTEC Srl
  • Studio Umami
  • Italiana Hotels
  • Trattoria Da Beppino



Newsletter Pinocchio Jazz